New York City – La dittatura del verticalismo

New York City, 16 dicembre 2013. È così normale che se pensassi a quante energie ho impiegato a crederlo impossibile, probabilmente mi convincerei di essere stato un’altra persona. Poi mi chiederei: qual è quella vera? Entrambe, forse anche una terza e una quarta. In realtà non è stato facile. A parte il bagaglio reale, ce …

Amsterdam – Passeggiate bidimensionali

Ritornare al punto di partenza è sempre un ottimo modo per ricominciare a esplorare. La stazione centrale costituisce un riferimento troppo comodo perché sia messo da parte. Dalla disordinata scacchiera di partenze e arrivi, con la Centraal alle spalle, si decide spesso di puntare a Est e attraversare un’area tutto sommato rassicurante, poiché costellata di …

1°maggio OnTheRoad – Prima tappa: Matera

Cercavo un suono onomatopeico che riproducesse il graffiare della gatta sulla porta ma niente da fare, non ce l’ho fatta. Be’, c’è la mia gatta che “bussa” alla porta della mia camera e con assiduità esclama Miaaaaooo, più pecisamente Maaaooouuu, questa l’ho beccata, almeno. Io sto dormendo. Poi mi sveglio. Che cazzo, Cassa’… mi alzo, …

Un giorno a New York: dove andare e cosa vedere

New York, un miraggio. L’immaginario comune – occidentale – di felicità, di sogni che si realizzano. Poster di uno skyline sfuocato che prende vita e nitidezza. Dopo anni di sogni e di film visti e rivisti e di “Quanto la vorrei vedere!” pensato con l’amara malinconia di chi è convinto che non lo farà mai. Come …

Amsterdam – Vecchi balocchi urbani

Sta calando il sole mentre il treno riparte alle mie spalle. Un Aprile gelido si accovaccia sotto l’enorme volta della Centraal Station, che accoglie vento freddo, nomadi e turisti. Amsterdam mi stringe la mano con l’inganno del crepuscolo, i cui colori caldissimi si prendono gioco degli umani e li rendono ancor più sensibili alla diafana …